E così, dopo tanto tempo, rivedo, anche grazie a Myspace, il mio carissimo amico Pino Presti. Lo avevo conosciuto alla Palestra  Olimpia in via Bragadino a Milano guidata dal grande Romolo Calvenzi, lui faceva Karatè insieme a Nino Tamaccaro ed Enzo Montanari ed ogni tanto mi diceva dai Paparo tienimi il sacco... che bei tempi, eravamo giovani e la palestra era frequentata da un gruppo di simpatici amici, ricordo Silvio il gioielliere, Roberto Maranzana e la moglie, il "Cogliuro", il Nicola, la Miriam Valsecchi. Era il periodo che lavorava con Mina che ogni tanto, dopo le registrazioni, capitava al Ristorante le 4 lanterne dal Gino... Io lavoravo come un matto, giorno e notte, al mio Centro di Servizi in via Voghera, e la sera dal Gino, dopo mezzanotte capitava sempre qualcuno con cui stappare una buona bottiglia e fare quattro chiacchiere. Gli avevo inviato un messaggio con il mio numero di cellulare, dicendogli che sarei stato a Nizza per tutta la settimana, così Martedì pomeriggio quando sento uno squillo, so che è lui a cercarmi, ci vediamo per un aperitivo ad un sushi bar, lo invito a venire a trovarci a Busto Arsizio, <potrei farti assaggiare i miei manicaretti>.. ma perché aspettare che venga a Busto invitami qui una sera ... dai ti faccio due tagliolini con l'astice... e così mercoledì sera ci siamo ritrovati con le gambe sotto un tavolo e abbiamo festeggiato rimembrando le nostre gesta dal Romolo con mia moglie che se la rideva divertita... Domani c'é la partita dell'Italia con la Slovacchia (perderemo miseramente 3 a 1... che delusione!) ma dopodomani ci rivediamo per prendere un caffè ai magazzini La Fayette.... ma allora potrebbe essere l'occasione per farci un bel risotto.... e così ci siamo rivisti anche Venerdì sera con un bel risottone con le trombette, ho comperato un bel pezzo di biancostato e due ossa col midollo ed ho fatto un brodo portentoso per un risotto alla milanese con tutti i sacri crismi e l'aggiunta delle trombette fatte saltare in un goccio d'olio con un cipollotto... la parte magra del biancostato l'ho tagliata a dadini ricavandone una insalata con del sedano e dei cetriolini sott'aceto... e per finire ... delle Fragole e dei lamponi serviti col vino rosè che ha allietato la cena. E' stata una vacanza così... la ricorderemo come la vacanza in cui ho rivisto dopo tanti anni il carissimo Pino Presti.